Il monitoraggio degli edifici, realizzato con idonea strumentazione certificata, può essere svolto con diversi fini.


Edifici che presentano criticità
Nel caso di edifici esistenti che presentano problematiche quali muffe, eccessiva umidità, ecc, permette di valutare le condizioni effettive dell’ambiente interno valutando anche il comportamento dell’utente. Questa procedura, che accompagna le simulazioni di calcolo, permette di inserire valori reali utili alla simulazione e di determinare in via preliminare le possibili cause delle criticità che si riscontrano.


Edifici esistenti di cui si vuole effettuare diagnosi energetica
Per effettuare una diagnosi energetica, come spiegato già nella descrizione di questo servizio, si deve per legge arrivare alla simulazione di una prestazione che si avvicini il più possibile a quella determinata dai consumi reali. L’utilizzo di questa strumentazione è di grande aiuto in quanto permette di inserire le condizioni termoigrometriche reali nella simulazione e di studiare in modo più corretto l’edificio per determinare gli interventi che possano migliorarne la prestazione.


Edifici ad alta efficienza
Negli edifici ad alta efficienza, certificati e non, è pratica corretta valutare il comportamento dell’edificio nel tempo per capire, nel caso di risanamento, come l’involucro reagisca all’intervento e, nel caso di nuova costruzione, se si verifichino le condizioni interne supposte in fase progettuale.
Questa valutazione delle condizioni interne permette anche di capire il comportamento dell’utenza e di consigliarla al meglio per vivere in un ambiente estremamente confortevole.